PORTAMI CON TE

“Portami con te” è il diario di viaggio di una ragazza di 22 anni, Erica, che comincia a fuggire in giro per l’Europa per non affrontare i problemi, per non confrontarsi con una realtà – quella della provincia milanese – con cui non si identifica da tempo. Nei suoi viaggi, incontra decine e decine di persone e, mentre si trova sempre “sulla strada” come direbbe Kerouac, in realtà si trova ad aver cominciato un percorso più complesso, più grande, meno concreto, quello della accettazione di sé stessi e della consapevolezza della propria indipendenza. A lungo, infatti, la protagonista si è rinchiusa in delle relazioni prive di senso, una dopo l’altra, per non affrontare sé stessa, per giudicare qualcun altro e non guardarsi con occhi critici. Queste persone sono quasi delle ombre, durante tutto il romanzo, personaggi ambigui presi in prestito da un qualche Ionesco o Beckett dei nostri tempi. Ma Andrea non è così. Ed Erica lo sa bene. A sue spese, impara che l’amore non vince, mai, ma che ti insegna molto, ti cambia la vita, sicuramente. Una vita che è fatta di tempo speso sui social network, controllando le notifiche di Facebook e i messaggi di Whatsapp, mentre non ci guardiamo più negli occhi e nessuno legge più un buon libro in metro. Erica, nei suoi viaggi, conosce realtà diverse, ha la possibilità di confrontarsi con persone con un background storico-culturale completamente diverso dal suo. E cresce. E alza la testa da quel maledetto telefono. Comincia a vivere.

Potete trovate l’e-book di “Portami Con Te” su Amazon.

603774_725414377580062_6427152024808463268_n.jpg