Fare hot yoga a Dublino: la mia prima lezione presso lo studio Init Yoga

il

Questa settimana è stata una settimana con tantissime prime volte qui a Dublino: i go kart sotto la pioggia, il primo match di Rugby… ma soprattutto la mia prima lezione di Hot Yoga.

Onestamente non sapevo bene cosa aspettarmi: nella mia immaginazione lo Yoga era una pratica molto tranquilla, simile alla meditazione, dove si muovevano le braccia a ‘mo di ali di gabbiano, facendo grossi respiri.

NON POTEVO SBAGLIARMI DI PIÙ.

Sono arrivata allo studio con una mia amica sapendo solo che saremmo state per 90 minuti in una sala con circa 40 gradi, il che non mi spaventava molto essendo italiana. Mi sono detta: ma che ne sapete voi che non avete mai trascorso un agosto a Milano?

Ci iscriviamo, cambiamo e entriamo nella sale già lievemente surriscaldata. Come avrete ormai capito, non avevo grosse aspettative e si trattava solo di una lezione di prova.

Nel momento in cui ho messo piede in quella sala ho sentito nell’aria qualcosa di diverso (e no, non era la puzza di sudore). Si trattava di una spiritualità che pervadeva il tutto. Non volava una mosca, si sentiva solo la voce dell’insegnante che ci guidava in questo percorso spirituale.

Beh, fatemelo ammettere: è stato più intenso di stare seduti su un tappetino e muovere le braccia “a ‘mo di ali di gabbiano“.

Era la primissima volta nella mia vita che provavo a fare un qualsiasi esercizio yoga, una qualsiasi posizione. Non è stato facile. Il calore della stanza aiuta i muscoli ad essere più flessibili, ma alcune posizioni sono comunque un’impresa.

Sono stata attratta dall’intensità degli esercizi e dalla concentrazione che ogni posizione richiede: questo permette non solo ai muscoli di rilassarsi nello stretch della loro flessibilità, ma soprattutto alla mente di non svagare verso i problemi che ci affliggono su base quotidiana (il capo, le bollette da pagare, la cena con gli amici, il fidanzato che non risponde ai messaggi, etc.).

Inoltre, nonostante il calore, nessuno ha osato asciugarsi il sudore: eravamo tutti presi dal nostro esercizio, intenti a provare più e più volte. Come infatti mi ha sottolineato Sharon, l’insegnante, a fine lezione, nessuno finisce mai di imparare l’arte dello yoga. È un’abilità in continua evoluzione, un esercizio per la mente e per il corpo.

Una volta uscita dalla lezione, mi sentivo una persona nuova. La temperatura della stanza aveva dato alla pelle del mio viso una nuova morbidezza e i muscoli non erano più in tensione.

È stata un’esperienza unica, un primo passo in un mondo nuovo dove non si smette mai di imparare.


INFORMAZIONI IMPORTANTI (ott. 2017)

Lo studio si trova a 48 Ringsend Road.

Le lezioni di prova sono illimitate su base settimanale (25 euro) o mensile (60 euro) alla prima iscrizione.

Ci sono diversi corsi:

  • H26: questo che vi ho appena descritto (90min);
  • HV che è un po’ più movimentato e sempre con la temperatura a 40 gradi celsius (90min);
  • lo yoga prenatale (90min)
  • Power flow: in pausa pranzo (45min)

yoga schedue.png

Questi invece sono i prezzi nel dettaglio:

prices.png

Per cominciare, basta presentarsi con circa 20 minuti di anticipo e iscriversi. Vi consiglio di portare un tappetino da yoga e un asciugamano altrimenti l’affitto di questi costerà 2euro a pezzo.

E voi avete mai fatto questo tipo di yoga? Che ne pensate?


La mia prima settimana in Irlanda: vivere a Dublino e lavorare da LinkedIn

IMG_1091

Bruxelles: capitale d’Europa, della birra e delle patatine fritte. Non vi basta?

12409365113_e160effac1_h

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...