Tre ragioni per cui non vi pentirete di aver assicurato il vostro viaggio

il

Ammetto di non essere sempre stata responsabile o cosciente durante i miei viaggi, ma quello che ho imparato con gli anni (e con i guai che mi sono successi, direbbe mia mamma!) mi è servito, alla fine.

Fate parte anche voi di quelli che non hanno mai comprato un’assicurazione durante un viaggio all’estero? Ecco, prima di un’ustione di secondo grado a causa della marmitta di un “motoconcho” (motorino che funge da taxi) in Repubblica Dominicana, facevo parte anch’io del vostro club.

Serve davvero un’assicurazione? Questa è la domanda che molti si fanno. Io sono partita inconsciamente in Europa per diversi mesi senza assicurazione e mi sono trovata con l’osso sacro rotto in Olanda a pagare quasi 1000 euro di sanità. Era necessario?

Assolutamente no.

Quindi oggi vi illustro le tre ragioni per cui non vi pentirete di esservi assicurati una volta in viaggio.

Che succede se non potete più viaggiare?
A me è capitato più volte di organizzare viaggi che poi, per motivi personali o professionali, non ho più potuto affrontare. Ho speso diverse centinaia di euro per voli che ho sistematicamente perso per motivi che non potevo proprio controllare (lutti, offerte di lavoro, etc.). Vi è mai successo di trovare un’offerta incredibile? Io ho trovato un volo andata e ritorno per Singapore, qualche anno fa, a 300 euro. Comprato immediatamente e dovuto annullare qualche settimana dopo perché mi sono rotta il piede una settimana prima del viaggio. In quel caso non ho potuto fare nulla, se non piangere sul latte versato, come si suol dire.

Cosa succede se vi fate male?
Riguardo a questa domanda, vi riporterò i casi già citati. Se io avessi avuto una copertura assicurativa, in entrambi i casi, avrei avuto tutte le spese coperte, senza alcun bisogno di anticipare alcuna somma. Invece, ho dovuto tirare fuori mille euro di tasca mia, quando mi sarebbe bastato semplicemente spenderne un centinaio per assicurarmi per le otto settimane trascorse in Olanda. La situazione è comica vista a posteriori.

Cosa succede se il vostro volo viene ritardato? 
Ogni anno circa il 20% dei voli subisce ritardo. Statisticamente, la probabilità che il vostro volo sia in ritardo è altissima. Perché non avere un’assicurazione che copre tutto questo? In modo che le ore trascorse in aeroporto, a fare la spola tra bar e bar, aspettando che compaia il nuovo orario del volo e sperando che questo non venga cancellato.

AIG Travel Insurance vi permette di assicurare i vostri viaggi in maniera studiata per voi e per la vostra famiglia in modo da potervi godere del viaggio senza troppi pensieri.

Con AIG è facilissimo inviare la richiesta e tutto viene gestito in tempistiche brevi. Inoltre, permette di personalizzare la vostra assicurazione a seconda di diversi fattori quali:

  • Durata del viaggio;
  • Destinazione;
  • Viaggio singolo o multitrip;
  • Per numero di assicurati: singolo, coppia, famiglia.

E a voi è mai successo di aver avuto bisogno dell’assicurazione senza averla? Come vi siete comportati?

Lasciate un commento con le vostre avventure!

Articolo di Erica Isotta

Io e il Cile, un viaggio alla fine del mondo: ci siamo annusati, conosciuti e amati

Chi l’avrebbe mai detto che sarei tornata a vivere in Irlanda?

Sciare in Europa: dove andare e che assicurazione fare

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...