Non ho paura del tuo passato 

on

Quando ci chiedono da dove veniamo, la risposta solitamente più immediata è quella di un luogo, spesso quello dove siamo cresciuti. 

La verità è che tutti veniamo da luoghi ben più complessi, a volte difficili da localizzare geograficamente che però hanno lasciato timbri evidenti sul passaporto della vita. 

Veniamo da situazioni che ci hanno formato – spesso – e fermato – a volte. 

Non veniamo forse da alcun luogo, piuttosto da persone, momenti e situazioni che ci hanno dato e tolto, che hanno aggiunto e rimosso, che ci hanno spinto e tirato indietro. 

Veniamo da percorsi impervi costellati di momenti in cui abbiamo pensato cose che non ripeteremmo mai ad alta voce. 

Il nostro passato è la combinazione disorganizzata di elementi contrastanti e incompatibili che ci hanno portato in qualche modo dove siamo adesso. 

Come una qualsiasi somma matematica, gli addendi sono parte del risultato finale.

Il risultato è quello che (non) siamo (più) adesso. 

Il tuo passato è sempre parte di te e io non ho paura del tuo passato, non voglio averne. 

Non voglio fingere che non esista, non voglio non parlarne. Non voglio che le cose non dette, che le ombre del nostro passato innalzino dei muri non necessari. 

Non ho paura del tuo passato perché ho imparato ad accettare il mio. 

Le mie scelte impulsive, quelle più ragionate. Gli errori che a volte hanno volti troppo umani e le strade che ho percorso senza guardarmi indietro. 

Parliamone. Parliamo del nostro passato. Parliamo di come siamo arrivati fino a qui. Raccontami del tuo passato, qualcosa per cui sono contenta di essere arrivata tardi. 

Intanto sono in tempo per l’adesso che più sfugge, più coinvolge.

Ti voglio in maniera completa, non voglio lasciare fuori niente. 

Non lasciare gli scheletri nell’armadio e i sogni del cassetto, invitali tutti a uscire con noi. 

Nella nostra bolla c’è spazio per tutto quello che ci riguarda perché abbiamo avuto il coraggio di metterci in gioco e prendere una decisione, quella di essere felici.

Non voglio solo quello che puoi diventare, prendo tutto il pacchetto compreso di quello che sei stato e di come sei arrivato a dove sei adesso. 

Se oggi sei la persona con cui sento di coincidere non è grazie a me, ma grazie al percorso che ti ha portato fin qui, alle consapevolezze che hai maturato. 

Se oggi abbiamo coinciso è perché abbiamo scelto di stare bene, insieme e io non ho paura di niente, neanche del tuo passato. 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...