Vivere in Olanda: una vita all’insegna della gezelligheid

Dell’Olanda racconto spesso i paesaggi grigi e malinconici, i sorrisi un po’ spenti e le frasi incastrate tra i denti. Sono gli aspetti più evidenti, ma anche quelli più superficiali. Gli olandesi bisogna conoscerli a fondo, bisogna dedicar loro del tempo, anche quando ogni tentativo sembra essere vano.

foto1-5.JPG

Non racconto abbastanza spesso, invece, la gezelligheid. La nomino, la traduco con due parole al volo –  “happiness e coziness” – e cambio discorso. Mi piace parlare di tutte le cose belle che ho visto e vissuto in Olanda, ma io la gezelligheid non so proprio descriverla. Anzi, a parole mi sembra di rovinarla un po’.
“Gezellig”, per gli olandesi, significa molto di più di “felice” o “piacevole”.

Gezelligheid significa stare bene, ma stare bene davvero. Significa riconoscere la felicità nelle

piccole cose e soprattutto rendersene conto.

In un Paese in cui tutto è ben inquadrato, poi, nulla sfugge. Nulla tranne le emozioni.

Orari, burocrazia, servizi: tutto preciso ed efficiente.

Sguardi, sorrisi e abbracci: ERROR 404 Not Found.

Ma dire che la gezelligheid consista nei gesti per noi quasi scontati sarebbe altrettanto sbagliato. Gezellig è davvero molto di più.

foto2-3.JPG

Gezellig può essere ogni singolo istante, gezellig è il momento in cui ci accorgiamo che siamo vivi e siamo grati per questo.

Gezellig è un thè caldo bevuto sotto le coperte, una passeggiata in riva al mare, un pomeriggio in compagnia, una festa a casa, un progetto scolastico, un incontro inaspettato, una partita di pallavolo, una serata a teatro, un passaggio in bicicletta, un giro in barca… e potrei non finirla più.

Gezellig è semplicemente gezellig.

E’ quando dopo mesi passati a sentirti invisibile per gli olandesi, vai da una tua compagna di classe e poi torni a casa con il sorriso stampato in faccia e l’immagine fissa della tua amica sulla soglia della porta che ti ha salutata con un “è stato gezellig”.

Gezellig è quando, dopo giorni di incomprensioni, vedi una tua amica sorridere davanti al mazzo di fiori che le hai portato, come se avessi fatto il gesto più bello del mondo.

Gezellig è quando ti rendi conto di quanto sia bella la vita.

E, ve lo giuro, non ancora riesco a comprendere come un concetto del genere possa appartenere ad una popolazione dalla cultura individualista e dal cuore così freddo.

Non so come sia possibile, eppure funziona.
Un mondo quadrato capace di diventare tondo davanti alla più piccola delle cose.

La gezelligheid è il benessere totale, fisico e mentale. E’ stare bene con gli altri e soprattutto con se stessi. E’ sentirsi nel posto giusto al momento giusto. E’ lasciarsi accarezzare da un raggio di sole dopo giorni di pioggia.

Gezellig è la vita che ci lasciamo scappare dalle mani. “Gezellig” è la maniera olandese di urlare al mondo quanto si è felici.

Gezellig è tutto ciò che gli olandesi non sanno esprimere e lo racchiudono, perciò, in una parola strana e dal suono buffo.

Ah, è quasi impronunciabile. Forse perchè dirlo non deve essere scontato. Forse perchè intrecciare la lingua per pronunciare la “g” olandese ci costringe a pensare che, effettivamente, quel momento è gezellig davvero.

Sì, insomma, è difficile da pronunciare così come lo è da raccontare.  

Non so descriverla, non so tradurla e non so spiegarla, ma ve la auguro. E’ una cosa bella, ve lo giuro.

foto4-7.JPG

Testo di Benedetta Di Filippo

Un commento Aggiungi il tuo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...