Sciare in Europa: dove andare e che assicurazione fare

Non è troppo tardi per hit the slopes, come direbbero i miei amici inglesi.

Non importa se siete alle prime armi o se invece siete dei veterani della pista nera. Una bella vacanza in montagna è davvero alla portata di tutti, anche dei meno sportivi. Non si tratta solo di sci, le opzioni sono tante: pattinaggio, snowboarding, sci di fondo, skibike. Insomma, ce n’è per tutti.

Ma perché non rendere la settimana bianca più esotica? Invece della solita, nonostante bellissima, Madonna di Campiglio, oggi vi porto nelle mie tre destinazioni preferite in Europa per sciare.

DEUX ALPES, FRANCE

166625_130541647008516_5259137_n.jpg

Diciott’anni e un capodanno con amici. Ho dei bellissimi ricordi delle alpi francesi. Precisamente, ci trovavamo nella località di Les Orres in una bellissima struttura dotata di ogni comfort: piscina, palestra e via dicendo. In giornata sulle piste e di sera nel karaoke del bar. Insomma erano giornate davvero piene.

ST. ANTON, AUSTRIA

stanton_2119032b.jpg

St Anton è una delle mete più conosciute e rinomate in Europa.Il paesino promette di far provare l’ospitalità tirolese e i suoi migliori sport invernali.

Vi lascio qui un video per portarvi almeno virtualmente sulle sue piste.

SAAS FEE, SVIZZERA

Saas Fee è una piccola Zermatt, ma molto più affascinante. La descriverei così e non potrei trovare parole migliore. È un luogo decisamente più intimo e, off the beaten path. Trovandosi a oltre 2000 mt permette la sicurezza del fattore più importante nella stagione invernale: la neve.


Come potete bene immaginare, con gli sport invernali, essendo praticati proprio sulla neve, le lesioni traumatiche – lievi o meno – sono all’ordine del giorno. Ginocchia, spalle, polsi, tibie… insomma, non ci facciamo mancare niente.

Cosa succede, quindi, se mi faccio male praticando uno di questi sport? Ma soprattutto, cosa succede se mi succede quando sono all’estero?

Come ben sapete, quando si viaggia all’estero, e soprattutto quando si fa sport, è bene stipulare una polizza assicurativa.

Una polizza assicurativa per gli sport invernali permette benefici che non riguardano solo infortuni, ma anche altri inconvenienti. Infatti, l’assicurazione copre anche chiusura delle piste, valanghe e noleggio sci.

Io mi sono sempre trovata bene con AIG che mi ha convinto per l’ottimo rapporto qualità-prezzo. Quello che ho fatto io è stato integrare l’opzione sport invernali a quella del viaggio singolo (non è solitamente compresa perché come potete immaginare non servirebbe a chi va a Messico per esempio). La copertura sport invernali viene inserita fino ad un massimo di quindici giorni.

Quindi perché fare una settimana bianca quando possiamo farne due?

Avete altre piste da consigliare? Altre locations in Europa? Lasciate un commento con i vostri suggerimenti.

Testo di Erica Isotta Surace  

3 commenti Aggiungi il tuo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...