Visitare Houten: così olandese da essere atipica

«If the Netherlands is bicycle heaven, then Houten “is the heaven of heaven.”»

Houten, una cittadina di circa cinquantamila abitanti, è stata eletta nel 2008 “cycling city” dei Paesi Bassi suscitando un inaspettato interesse negli olandesi stessi. Strano, se ci si pensa, in un Paese in cui le bici sono ovunque e le piste ciclabili collegano un capo all’altro del territorio.

Houten, però, ha effettivamente qualcosa di unico. E’ considerata innanzitutto un modello eccezionale di urban planning ed è un vero e proprio paradiso per le bici. La pianta della città è basata su una forma circolare ed un sistema di anelli concentrici: in quello più interno, rappresentato dal centro cittadino, si può circolare solo a piedi o in bici.

Alle macchine è destinato, quindi, il secondo anello. Certo, in auto ci si ritrova a fare giri larghi, lunghi e scomodi, ma per le bici è una vera salvezza. Letteralmente. E’ stato studiato, infatti, che il livello di rischio di essere investiti in bicicletta è uno dei più bassi al mondo.

L’atmosfera che si vive nel centro è praticamente indescrivibile.

Una piazza grande quanto basta per una cittadina “esplosa” solo negli ultimi anni.

Tanti canali e ponti tipicamente olandesi.

Una stazione di treni trafficata al punto giusto.

Negozietti piccoli e accoglienti.

Bici parcheggiate ovunque.

Prati verdi. Piste ciclabili rosse.

Zero strade percorribili in macchina.

Solo lunghi tappeti rossi che si stendono al ritmo della vostra pedalata.

L’aria è fresca e ha un non so che di pulito. Il cielo sembra splendere e lo smog è solo un pensiero lontano.

E’ così che Houten rapisce.

foto3-4.JPG

E’ il rifugio di tutti coloro che scappano dalla vita frenetica di Utrecht o la località perfetta da visitare per vedere una cittadina tipica, eppure così particolare nel suo essere olandese: forse lo è fin troppo.

Vi dirò di più: Houten ha anche un quartiere “storico”, che venne annesso alla cittadina solo anni più tardi rispetto alla sua origine. Houten Castellum.

Di storico, in realtà, non ha nulla se non i nomi delle piazze e delle vie che si ispirano all’antichità romana. La piazza si chiama “Forum”, una delle vie principali è la Horta e c’è anche una “Fossa italica”. Sembra così strano camminare in un posto che del Bel Paese non ha nulla, se non qualche strada chiamata in latino senza una ragione ben precisa. Nessun antico insediamento, a quanto pare. Solo un’origine piuttosto recente, una storia come quella di tante altre località olandesi: una vecchia zona paludosa che viene risanata e vede nascere qualche casa mattone dopo mattone. Un villaggio che diventa sempre più grande, ma che non porta con sè i segni della storia di cui vanta i nomi utilizzati per strade e piazze. Dietro un angolo si intravede anche un’insegna curiosa: “Vino e pane”, un finto locale italiano (testato dalla sottoscritta). Che poi, forse, non sarebbe stato nemmeno necessario entrare, un italiano avrebbe quasi sicuramente optato per l’inversione delle parole in “pane e vino”. Ma come riconoscere un locale italiano è un’altra storia.

foto1-4

Castellum, insomma, è un villaggio moderno a metà strada tra il centro città e la campagna. Allontanandosi di pochi passi dal Forum, si intravede un arcobaleno. No, non ha piovuto. O forse ha piovuto talmente tanto che i colori si sono stampati sulle case: una fila di casette dai colori vivaci e allegri vi si presenterà davanti e all’improvviso vi ritroverete a camminare sul ponticello che le costeggia. A quel punto noterete di essere sopra un lago e vi accorgerete della piccola spiaggia artificiale su un lato. Per una volta vi sembrerà che la mano dell’uomo e la natura hanno collaborato senza sfidarsi. Ed hanno creato uno spettacolo.

Il cielo sembrerà quasi più azzurro e tutti quei colori vi brilleranno negli occhi. Senza accorgervene, starete sorridendo.

foto2.jpeg

Testo di Benedetta Di Filippo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...