Road trip da Roma a Napoli: cinque tappe da non perdere

A chi non piacciono i road trip? A me ricordano i miei diciotto anni e i primi di noi che prendevano la patente. Mi ricordano l’ultimo anno di liceo, quando il sabato finivamo alle 13, così prendevamo la macchina e  andavamo a Santa Margherita Ligure. Alcuni viaggi sono stati corti, altri più lunghi. Siamo arrivati addirittura in Francia.

IMG_8278.JPG
Nizza, Francia – Ottobre 2010

I ricordi dei diversi road trip sono intrisi di risate, canzoni e leggerezza. Nei viaggi in macchina c’è tutta la vita che non ha paura di essere vissuta. Si salta in macchina e via, si scappa.

Non mi sono mai sentita così esageratamente felice come quando si stava per partire per un viaggio del genere. Non importa che fossero i lunghissimi viaggi fino al mare con mio papà, o quelli con i miei fratellini che litigavano per il game boy. Non importava neanche che fossero i viaggi spontanei da Berlino a Poznan e nemmeno quelli da Londra verso Brighton.

Prendere e partire con un borsone che faceva da cuscino mi ha sempre dato la spinta che mancava a tutto il resto.

Non appena mi sono trasferita a Roma, non ho voluto perdermi la bellezza del circeo e delle coste meno conosciute. Ho deciso quindi di proporvi un road trip per la costa che va da Roma al Lazio con cinque imperdibili tappe. La macchina la potete noleggiare su EasyTerra, dove trovate una vastissima scelta di auto. Il portale infatti permette di selezionare il prezzo migliore tra i vari fornitori.

Siete pronti? Tutti in macchina, si parte!

PRIMA TAPPA: TORRE ASTURA

beach_Torre-Astura-5586f97302a4e.jpg

La bellezza dei viaggi in macchina è che permettono di fermarsi nei posti più difficili da raggiungere e meno conosciuti. Proprio per questo, come prima tappa, ho deciso di non proporvi Anzio, la cui fama la precede, ma di proporvi una fermata a Torre Astura che sti trova poco distante da Nettuno.

La sua posizione ne fa una delle torri più affascinanti. La consiglio ad un orario come quello del tramonto. E poi, chi può vantare di fare il bagno di fronte ad una simile meraviglia?

SECONDA TAPPA: PARCO NAZIONALE DEL CIRCEO

Parco_Nazionale_Circeo 202.jpg

Il Circeo, cavallo di battaglia dell’agro-pontino, vanta un incredibile parco nazionale, il cui sito trovate qui. Il parco non offre solo un percorso a contatto con la natura, ma anche un percorso tra i più ricchi dal punto di vista enogastronomico. Si pensi solo al vino Circeo, o alla mozzarella di bufala che ci accompagnerà nel nostro percorso fino a Napoli. Consiglio la carne di bufalo, allevato nella zona come da tradizione, e la caciotta di bufala pontina.

Inoltre, consigliatissimi i sentieri all’interno del parco, come quello del Promontorio del Circeo. Ecco qui i dettagli.

Come arrivare: da Latina Latina, prendere la successiva variante SS 148 Mediana per Terracina direzione Napoli con deviazione al bivio per Sabaudia sulla SP Migliara 53 che attraversa la Foresta del Parco sino al centro abitato di Sabaudia dov’è ubicato il principale Centro Visitatori del Parco Nazionale del Circeo

TERZA TAPPA: SPERLONGA

landscape-1427607503-tct040115sperlonga010.jpg

Non solo spiagge incredibili, ma anche uno dei borghi più intrisi di storia del centro-Italia. Infatti, il punto forte di Sperlonga, a mio parere, risiede proprio nel suo borgo che permette un viaggio a ritroso nel tempo grazie alle strutture storiche, civili e militari. Non mancano infatti le chiese, ma nemmeno le torri di avvistamento e le ville dei nobili di un tempo.

QUARTA TAPPA: GAETA

gaetacastello

Gaeta è una delle ultime città del Lazio prima di entrare in Campania. Imperdibili sono la spiaggia di Serapo e la montagna spaccata.

QUINTA TAPPA: FARO DI CAPO MISENO, BACOLI

il-faro

Ci siamo tutti innamorati un po’ con il film “Scusa, ma ti chiamo amore” e la sua scena finale dell’incontro tra Alex e Niki di fronte a un faro. Ci siamo chiesti quale fosse questo faro? Ebbene sì, l’ho trovato. Il faro di “Scusa, ma ti chiamo amore” si trova in prossimità di Napoli. Il faro di Miseno è situato in prossimità della località di Bacoli ed è il punto perfetto dove concludere un road trip tanto ricco di panorami differenti come quello dell’agro-pontino.


Vi è piaciuto il nostro viaggio sulle strade italiane alla scoperta di sapori e viaggi? Vi ricordo che per noleggiare un auto a Roma potete rivolgervi a easyterra.it che vi permetterà il miglior prezzo sul mercato.


Leggi gli articoli di Quando Torni e viaggia con noi!

5 Shock Cultural Che Ho Vissuto In Cina

La camera di una che viaggia: cinque idee per arredarla

Stage in Irlanda al Museum of Contemporary Art: ecco l’esperienza di Maria

Un commento Aggiungi il tuo

  1. Federica ha detto:

    Ciao, io ho fatto quasi esattamente il contrario. Insieme a mio marito, sono artita da Brindisi in aereo, ho fatto scalo a Napoli e li noleggiato un’auto, prenotata prima su http://www.tinoleggio.it per evitare code. Approfittando delle offerte last minute, abbiamo pagato con più di 30 euro a notte in b&b molto accoglienti e sopratutto puliti. Abbiamo visitato dapprima il Faro di Capo Miseno a Bacoli e poi Gaeta, che giustamente con la spiaggia di Serapo e la montagna spaccata, sono da non perdere. Merita una visita il Parco del Circeo, sopratutto per chi ama la natura come il mio ragazzo. Al ritorno, ci siamo diretti a Sorrento e poi a Salerno. Devo dire che meritano davvero una visita. Grazie per avermi riportato alla mente i ricordi di quel viaggio.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...