Trovare casa a Singapore: tutto quello che c’è da sapere

Singapore è considerate la Zurigo dell’Asia. Costa tutto tanto, forse troppo. Dai mezzi di trasporto, alla spesa, all’andare a cena fuori o bere una birra. I prezzi sono alti, ma il tenore di vita lo è altrettanto: tutto funziona, tutto è immacolato, tutto è pulitissimo.

Foto 1 (1).JPG

La questione “housing” è la questione più antipatica, ma spero di renderla piacevole con un paio di consigli.
Io ho cambiato tre case in due anni e ora sono nella mia quarta casa, che però non credo sia la mia casa definitiva qui.
Prima di iniziare a parlare di come trovare casa, bisognare fare una piccola introduzione sulle tipologie di case a Singapore. Ci sono tre categorie principali:

  • Condo, ovvero i condomini, i palazzoni alti alti e moderni. Questi edifici, solitamente abitati dagli expats o dai singaporiani benestanti e hanno tutti i comfort: security, aria condizionata, piscina, palestra, sauna, Jacuzzi, campi da tennis, function rooms per organizzare feste, zone barbecue, sale karaoke, sale cinema, giardini e alcuni hanno addirittura il bowling! Io abito in un condo e non potrei più fare a meno di questi comfort. Essendo ben curati e avendo tutti questi benefits, sono anche la categoria di abitazione più costosa in assoluto.

Condo.JPG

  • HDB (Housing and Development Board), cioè le case popolari e costruite dallo stato. Si riconoscono perché sono dei blocchi di palazzi un po’ bruttini, ma coloratissimi e abbelliti dai panni stesi in una maniera alquanto pittoresca; si agganciano dei lunghi bastoni perpendicolarmente alla finestra e ci si metteono i panni ad asciugare. Per comprare un appartamento in un HDB bisogna essere singaporiani o residenti permanenti nel paese e il governo agevola l’acquisto di queste proprietà tramite delle leggi che però non contemplano gli expats. Niente comfort di lusso, gli HDB non comprendono nessuna delle facilities che hanno a disposizione i condo, quindi niente piscina, palestra e simili. Tra tutti sono gli appartamenti meno costosi e abitati per il 90% da locali.

HDB.JPG

  • Shophouse, le case più belle in assoluto, ma anche quelle più vecchie. Potremo comunemente chiamarle villette a schiera, solitamente di due o tre piani e la loro particolarità è la bellezza incredibile delle decorazioni sulla facciata, una più spettacolare dell’altra. Risalgono all’epoca coloniale del diciottesimo secolo. Sono chiamate “shophouse” proprio perché anticamente venivano usate dai mercanti come negozio al pian terreno e come vera e propria abitazione ai piani superiori. Il sud est Asiatico ne è pieno, potrei passare ore a fotografarle. Nonostante la bellezza anche queste non dispongono delle facilities dei condo e sono spesso molto vecchie.

Shophouse.JPG

Quando mi trasferii da Dubai a Singapore, devo dire che avevo iniziato le ricerche con un mood piuttosto ottimista, che però si trasformò ben presto in un mood di tragedia. Per evitare questo dramma vi darò qualche consiglio pratico e reale che che aiuterà nella ricerca.

Se la vostra azienda non vi fornisce un’accomodation iniziale (molte lo fanno) dovrete cercarvela voi. Non pensate di trovare la casa definitiva da remoto. Ci sono troppi fattori da considerare tra cui la posizione rispetto alla città e all’ufficio, cosa offre la zona intorno a voi, i coinquilini (in caso decidiate di condividere l’appartamento), ma soprattutto non fidatevi delle foto degli annunci. Vi conviene quindi prendere una sistemazione temporanea per le prime settimane, magari in hotel o in airbnb e cercare la casa in loco.
Il sito migliore per cercare una casa intera è http://www.propertyguru.com.sg/ (il sito che ho usato io per trovare quella in cui abito col mio fidanzato)
Molto utili per cercare una casa da dividere con dei coinquilini sono i seguenti gruppi Facebook: Find Your Room in SG o Rent Your Room in SG. Sono gruppi attivissimi, troverete tutto quello che cercate e riceverete risposte quasi immediate.
Consiglio anche di dare un’occhiata sul gruppo Facebook Italiani a Singapore, dove potrete chiedere consigli di ogni genere.

Tenete in mente che affittare una casa per meno di sei mesi è illegale a Singapore, inoltre dovrete assolutamente avere un permesso di lavoro valido (E-pass, S-pass o Work permit) per poter firmare il contratto. Non si affittano case con tourist visa.

Foto 2.JPG

Come in tutto il mondo, tenete gli occhi aperti e non cadete in truffe. A me hanno cercato di affittare una casa chiedendo tre mesi di caparra da spedire in America, perché il sedicente padrone di casa era un expats dovuto tornare nella madrepatria e che quindi avremmo dovuto fare tutto via email dalla firma del contratto alla consegna chiavi. Non fidatevi, sono truffe! Specialmente se le email sono lunghissime e sulla difensiva; stanno cercano di fregarvi. Per curiosità mia sono passata a vedere l’appartamento che il tipo intendeva affittarmi e si è revelato una casa fantasma. O meglio, era un appartamento reale, ma era abitato da una famiglia che non aveva proprio intenzione di lasciarlo e abitava lì da anni.

Siate consapevoli che i prezzi degli affitti sono folli. Insieme ad Hong Kong, Singapore è la città più costosa dell’Asia in termini di affitti. Se cercate una casa intera in centro scordatevi di pagarla meno di SGD3,000 (€2,000) e stiamo parlando di un one bedroom apartment molto piccolo (in genere sui cinquanta metri quadri). Se avete figli e necessitate di una casa più grande, ma non avete un budget alto, allora vi conviene spostarvi fuori dal centro.
Per quanto riguarda affittare una stanza in una casa condivisa ci sono due opzioni: master room, ovvero la camera con bagno privato o common room, ovvero camera con bagno condiviso con un altro coinquilino. I prezzi sono decisamente più abbordabili e riuscirete a trovare la stanza che fa al caso vostro e quasi del vostro budget. Non dimenticate comunque che state affittando una stanza a Singapore; il prezzo, seppur più basso sarà comunque elevato rispetto agli standard di altre città, quindi non fate paragoni. Non temete però, se venite a vivere a Singapore avrete uno stipendio più o meno adeguato al costo della vita.

Per quanto riguarda le zone mi sento di consigliare le zone centrali. È vero che Singapore è una città stato molto piccola, ma sarà decisamente comodo avere tutto a pochi minuti di metropolitana o addirittura a piedi. Inoltre sarà meno costoso spostarsi la sera dopo che i mezzi pubblici terminano i loro servizi. Le zone migliori per abitare vicino al centro sono Novena, Newton, Farrer Park, Bugis, Chinatown, River Valley e Tiong Bahru. Se volete spostarvi fuori da centro una zona adorabile è quella di East Coast Park, verso l’aeroporto. 

Singapore è in continuo movimento e le costruzioni non si fermano mai. I nuovi condo appena fuori dal centro sono bellissimi e a prezzi più abbordabili e non dimenticate che i mezzi di trasporto, tra bus e metro, sono frequenti ed efficientissimi.

Non nego che la ricerca sia estenuante, soprattutto perché sono certa che chiunque cerchi un posto in cui vivere cerchi il meglio per sé, ma non temete, la città offre decisamente una soluzione per tutti! 

Testo di Sara Caulfield

 

2 commenti Aggiungi il tuo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...