Trovare casa a Berlino: in che zona vivere?

Eccomi qui, dopo un bel po’ ritorno a parlare della mia bellissima Berlino che ho salutato due mesi fa dopo un anno decisamente intenso.

Come mi sento? Non lo so. Sicuramente mi manca camminare sulle sponde dello Spree, ammirando l’isola dei musei, o fare le sei del mattino (quando facevamo presto) con i miei colleghi nella città dalla nightlife decisamente movimentata.

Una parte che non mi manca è sicuramente quella di cercare casa. A Berlino è come se non esistesse il permanente, come se tutto fosse temporaneo. Ti affittano stanze per 2-3 settimane, o al massimo per un paio di mesi. A volte si tratta addirittura di subaffitti non proprio legali.

Le piattaforme più comuni sono sicuramente queste:

  • WG Gesuchte: È una piattaforma piuttosto intuitiva, facile da usare. È quella che personalmente raccomando di più. È sicura e sono indicati tutti i prezzi (affitto, cauzione, spese, etc.). Molti annunci sono in tedesco, ma vale la pena provare a inviare un messaggio di interesse in inglese visto che comunque lo capiscono tutti. Io ho trovato un meraviglioso monolocale a cinque minuti da Alexanderplatx per 650 euro al mese dove ho vissuto per circa sei mesi.
  • Gruppi Facebook: sono svariati. Basta cercare “rooms in berlin” per i gruppi in lingua inglese, o “WG Berlin” che vorrebbe dire camere in affitto. Altrimenti consiglio il solido “Italiani a Berlino” dove potete trovare qualcosa offerto dai nostri connazionali espatriati.
  • Agenzie: come Uniplaces o Nestpick le sconsiglio ALTAMENTE. Si tratta di prezzi maggiorati e cercano sempre di fare la cresta sulla cauzione una volta che lasciate la casa. A volte pubblicano i link delle singole offerte nei gruppi facebook, ma questi vi riportano sul sito dell’agenzia.

 

In che quartiere vivere?

Ecco, credo che su questo ci sia da aprire una parentesi. Berlino è una città molto grande. Scegliete la zona con attenzione rispetto ai vostri centri di interessi (lavoro, amici, hobbies, etc.) perché vi potreste ritrovare a percorrere quotidianamente chilometri e chilometri solo per raggiungere il lavoro, impiegandoci magari un’ora/un’ora e mezza.

Io ho vissuto praticamente in tutte le zone più comuni e mi sono goduta bene la città solo quando ho trovato una casa relativamente vicina all’ufficio (20 minuti a piedi) che mi permetteva di avere tempo e forze per dedicarmi a tutti i miei altri interessi nel mio tempo libero.

Ecco le zone più comuni:

Mitte: letteralmente il “centro“. Mitte è il centro storico. Si tratta di zone perlopiù tranquille e case molto belle. I principali monumenti sono tutti accessibili a piedi e sembra davvero di avere la città a portata di mano. Un po’ scomodo se si è interessati nella vita notturna. A differenza di altre città, a Berlino i prezzi non sono così inaccessibili nel centro storico. Vale un tentativo.

Prenzlauerberg: si tratta della zona “in“, “trendy“, “alla moda”, insomma come volete definirla. Qui si trova Mauerpark, ritrovo domenicali di gente di ogni età, estrazione sociale ed etnia. È un quartiere che vanta tantissimi ristoranti di ogni tipo, dal thailandese al francese. È una bellissima zona in cui vivere e uscire. Gli affitti sono più alti che nel centro storico.

Friedrichshain: zona favorita da tutti coloro che hanno meno di venticinque anni e si trasferiscono a Berlino. Qui si trovano i principali locali e club. È la parte un po’ più benestante e gli affitti sono intorno ai 450-500 euro per stanza singola all’interno di apparmento condiviso. A me non è piaciuto particolarmente come quartiere, ma sicuramente c’è chi si trova bene.

Neukolln: si trova appena sotto Friedrichshain e Mitte. È un quartiere multietnico abbastanza centrale che offre gli stessi vantaggi di Friedrichshain, ma a prezzo decisamente più basso. Una singola può costare intorno ai 350-400 euro al mese comprensivi di spese. Qui si mangiano i migliori kebab di Berlino (a qualcosa come 1 euro l’uno).

Moabit: è una zona tranquilla. Molti dei miei amici dicevano che non ci fosse molto e non capivano perché mi piacesse tanto viverci. Chiariamoci, ci ho trascorso solo un mese, ma è stato un mese che ho davvero apprezzato. Le camere sono grandi e si trovano per circa 400 euro. È ben collegato con Mitte e Prenzlauer. Purtroppo però lontanissimo per fare serata (i mezzi operano anche di notte, ma può davvero servire prendere il taxi che vi costerà circa 25 euro).

Wedding: si tratta della zona in cui gli affitti costano meno. Circa 350 euro al mese. Non è una zona sicurissima (soprattutto vi sconsiglio Leopoldplatz di notte), ma se avete un budget limitato è ancora in lizza per il suo essere ben collegata. Si trova a nord-ovest di Prenzlauer e in mezz’ora/quaranta minuti siete più o meno ovunque.

Charlottenburg: SCONSIGLIATISSIMA. È lontana. Lontana. Lontana. Servono altre motivazioni? Non sembrerà abbastanza, ma vi sarà scomodo organizzarvi per qualsiasi attività se lavorate nella zona est. Semplicemente non è ideale per gli spostamenti. Ci vogliono almeno 40 minuti per raggiungere Mitte e 50 per Friedrichshain.

TUTTO IL RESTO È NOIA.

Spero che questo articolo vi sia piaciuto! Avete già vissuto a Berlino? State per trasferirvicisi? Fatemi sapere con un commento a questo post!

Ecco qui altri articoli che potrebbero interessarvi:

Lettera da Londra con il cuore in disordine

I ritorni: alla fine tornano tutti

Un weekend fuori porta: itinerario di due giorni a Malta e Gozo

Testo di

Erica Isotta Surace

Un commento Aggiungi il tuo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...