Perché vivere Malta senza rimorsi

I paesaggi aridi si scontrano con le immagini della folla di turisti in coda al traghetto per Gozo. Siamo in coda anche noi, ma essendo in moto riusciamo ad arrivare per primi di fronte all’entrata.

La strada fin qui è stata faticosa. La guida a sinistra e le curve a ridosso di strapiombi ci hanno messo duramente alla prova. Come se potessimo cadere nel baratro da un momento all’altro. Come se tutta questa leggerezza non ci fosse quasi concessa.

Nonostante il sole scottasse i caschi sopra le nostre teste, la velocità della moto mi ha fatto sentire un brivido di freddo. Mi sono sentita nuova in un paese “vecchio“, intriso di culture e storie millenniali.

Malta mi ha fatto sentire così per la prima volta nella vita.

img_5325

Dalle montagne è possibile vedere con chiarezza ogni singolo punto dell’isola. Il paesaggio si confonde tra campi aridi e coste che non hanno nulla da invidiare a quelle dei Caraibi.

Il silenzio che caratterizza le sue terre si mischia con il trambusto delle discoteche. Il sacro e il profano. Malta sembra vittima dell’inesorabilità del trascorrere del tempo: il patrimonio di conoscenze maltese viene investito dalla globalizzazione. È impossibile non avvertire lo stupro culturale in corso.

Ciononostante, in tutto questo casino tranquillo, Malta è una donna riservata. Ti osserva senza dire molto. A primo acchito sembrerebbe trascurabile, ma una volta tornati a casa si fa chiara la sua vera natura.

Indimenticabile.

Indimenticabile come le notti in moto ritornando da Gozo sul traghetto. O come le conversazioni a St Julian’s, dove alzi il volume della voce e abbassi quello dei pensieri. E ne avevi davvero bisogno. Non di alzare il tono di voce, ma di sentirti più leggera. Avevi bisogno di ritornare a volare.

Malta non sembra mai acconsentire, ma d’altro canto non declina alcuno invito. Resta sospesa. Sospesa tra tutto quello che vorrebbe essere e già è. Irrimediabilmente affaticata dal peso della storia che si porta dietro e la leggerezza sconcertante che la caratterizza da sempre.

Malta è sempre lì, imperturbabile, in fondo al cuore.

img_5223

Cosa vedere a Gozo: Xlendi Bay

Dove vedere il tramonto a Gozo: Sannat e il sud

Dormire a St Julian’s: Hotel Valentina

Erica Isotta Surace

Diventa mio amico su Facebook

Segui le mie avventure su Instagram

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...