Cosa fare dopo il diploma? Parti per un anno negli Stati Uniti!

A volte diciott’anni sono troppo pochi per avere già un’idea chiara di cosa fare della propria vita. Insomma, guardate me: la facoltà di Giurisprudenza sembrava la scelta migliore, ma cinque anni sono lunghi e le cose che succedono possono farti cambiare prospettiva.

Insomma, se potessi tornare indietro, mi sarei volentieri presa un anno per riflettere su cosa fare della mia vita. Un anno in cui lavorare, viaggiare e diventare più indipendente. Qui in Italia invece ci mettono fretta, ci obbligano a scegliere subito cosa fare per trovarci magari incastrati per più anni del previsto a studiare qualcosa che non ci rispecchia completamente.

“Dopo il liceo deve per forza venire l’università”.

Invece non è così. Basta confrontarsi con chiunque venga da non troppo lontano, basti guardare alle vicine Germania e Francia, per non parlare poi dei paesi scandinavi. Si laureano verso i 23-24 anni, esattamente come noi, ma nel frattempo il loro curriculum presenta anni di esperienze all’estero, tra volontariato, stage, erasmus ed esperienze alla pari.

È proprio di queste ultime che voglio parlarvi oggi.

In Italia siamo in molti a sognare gli Stati Uniti: dalle soleggiate strade di Los Angeles ai saliscendi di San Francisco. Ci vorremmo perdere nelle strade di New York e ci piacerebbe andare in Colorado a sciare. Le cascate del Niagara sono tra i luoghi che più vorremmo vedere al mondo e non ci dispiacerebbe nemmeno fare a palle di neve in Minnesota.

Ma c’è di più. Quanto sarebbe incredibile poter trascorrere un anno negli Stati Uniti per scoprire la cultura americana? Intendo viverla davvero: fare colazione con sandwich e sciroppo d’acero, andare ad una partita di baseball, guidare per tantissime ore perché il territorio è immenso.

Vi piacerebbe vivere tutto questo? Bene, ho la soluzione per voi.

maxresdefault

Cultural Care è un programma alla pari negli Stati Uniti regolamentato dal Dipartimento di Stato Americano che permette di trascorre un minimo di 12 mesi in America lavorando come ragazz* alla pari, anche dett* AUPAIR.

Essere un’Au Pair è molto più di un semplice lavoro. Sarà l’occasione ideale per fare una valida esperienza umana, crescere, diventare matura e trasmettere ai bambini nuove conoscenze. “Au pair” viene dal francese, significa “alla pari” e riflette il tipo di rapporto che avrai con i bambini e le famiglie ospitanti: equo, aperto e solidale. A volte i termini di “tata” e di “ragazza alla pari” sono entrambi usati per descrivere una persona che si prende cura dei bambini mentre i genitori lavorano. Ecco la differenza principale: una tata viene assunta dalla famiglia come una dipendente, mentre una ragazza alla pari è l’ospite di una famiglia come partecipante ad un programma di scambio linguistico che lavora con i bambini della famiglia.

Quali sono i requisiti per accedere al programma?

  • Avere tra i 18 e i 26 anni;
  • Esperienza con i bambini;
  • Conoscenza base della lingua inglese;
  • Diploma superiore;
  • Essere in condizioni di buona salute;
  • Avere la patente di guida;
  • Non avere precedenti penali;
  • Non fumare;

Hai tutti i requisiti? Prendi e parti per gli Stati Uniti come Au Pair!

200050h1qm31zy1occc3oo

Erica Isotta Surace

Diventa mio amico su Facebook

Segui le mie avventure su Instagram

2 commenti Aggiungi il tuo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...