Erasmus a Varsavia: “Non tagliarti le ali da solo. Prendi in mano la tua vita e parti!”

Mi chiamo Vito, studio Giurisprudenza nell’Università degli studi di Bari. Nella mia vita faccio mille cose, ma decisamente la mia passione più grande è viaggiare. Nella mia vita ho girato un bel po’, ho visitato posti che mi hanno segnato, fatto crescere e diventare una persona diversa. Tre Anni fa presi una decisione: applicarmi per il bando Erasmus e partire. Sicuramente la decisione più bella della mia vita. 

img_4849

In che paese hai studiato e perché hai scelto proprio quell’università?

Sono stato in Polonia, esattamente a Varsavia per sei mesi. Ho scelto quell’università perché tanti amici me ne avevano parlato bene, sia per la qualità degli studi, sia per la bellezza del campus. 

Quali sono le paure che avevi prima di partire? 

Prima di partire c’era una cosa sola che mi terrorizzava: avevo paura di non comprendere ciò che mi circondava. 

Qual è stato il primo impatto?

Arrivato in Polonia, devo ammettere, ero completamente spaesato: una cultura completamente differente dalla nostra, un lingua mai sentita prima, quasi mi sentivo in un mondo di ovatta dove l’unica cosa che mi risultava comprensibile erano i miei pensieri. 

Come è stato frequentare l’università in Polonia?

Il nuovo mondo l’ho scoperto proprio dall’università. Il metodo di studio era completamente differente. Lezioni pratiche, cliniche legali e presentazioni su argomenti di attualità ci portavano a interessarci alla materia, eliminando del tutto nozioni meramente teoriche. Tutto ciò in una classe internazionale, con studenti che poi sono diventati la mia famiglia. 

Ti va di raccontarci un aneddoto indimenticabile riguardo alla tua esperienza accademica?

Senza ombra di dubbio non mi scorderò mai di una stanza dell’Università adibita al riposo. C’erano dei divanetti sui quali gli studenti, dopo aver seguito le lezioni o aver studiato, avevano la libertà di appoggiarsi e dormire. Una cosa mai vista, ma che ti consentiva paradossalmente di vivere l’università a 360 gradi. 

È stato difficile integrarsi e fare amicizia?

Ho avuto la fortuna di vivere in un palazzo con soli studenti Erasmus. Quei ragazzi che vivevano con me sono, ancora oggi, parte del mio cuore, mie fratelli e sorelle sparse per l’Italia e in giro per il mondo. Se la mia esperienza è stata meravigliosa lo devo realmente solo ed esclusivamente a loro. 

IMG_4851.JPG

Perché hai scelto di partire per un semestre all’estero?

Ho scelto di partire per diversi motivi, il più forte sicuramente era il bisogno di arricchire il mio bagaglio culturale, di conoscere un nuovo mondo e per aprire la mia mente a nuovi orizzonti. 

Un consiglio a chi sta decidendo se intraprendere questa esperienza?

Ovunque tu decida di andare in Erasmus, sappi che qualcosa ti cambierà, solo ed esclusivamente in positivo.

Non tagliarti le ali da solo, prendi la tua vita in mano e parti.

Perché studiare proprio all’Uniwersytet Warszawski?

L’Uniwersytet Warszawski ti fa sentire a casa, in un campus pieno di studenti e docenti pronti ad aiutarti in qualsiasi momento. 

Lo rifaresti?

Decisamente sí, senza pensarci un secondo in più.

IMG_4852.JPG

Un commento Aggiungi il tuo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...