Fare autostop in Europa: noi siamo arrivate in Svizzera

Quella a Ginevra è stata proprio un’avventura. Mi sono svegliata con la mia migliore amica nel mio appartamento di Milano e ci è venuta un’improvvisa voglia di partire. Avevamo 50 euro in tasca, niente di più. Non saremmo riuscite a coprire neanche un volo di Ryanair con così poco preavviso.

“Ma perché non andiamo a Ginevra in autostop?”

Milano dista da Ginevra poco più di 300 chilometri. Era fattibile, in teoria. Così, abbiamo passato una serata a preparare cartelli colorati e borse leggere. Nel caso fosse andata male, saremmo tornate indietro.

11051322_872487126147294_512246391_n.jpg

È possibile pianificare un viaggio in autostop?

Ni. Diciamo che serve preparazione riguardo alla conoscenza delle strade e dei percorsi alternativi. Inoltre, bisogna avere un piano B.

Quanto è pericoloso?

È pericoloso come tutte le cose che non si fanno pensandoci. Ci vuole un piano e molta testa quando si fanno queste pazzie paradossalmente. Alla fine non sono così pazzie, se si pensa che in Europa è una pratica più comune di quanto si possa pensare.

Posso farlo da sola?

Consiglierei di non farlo mai da sole né durante orari dove non c’è luce. Partite con qualcuno che vi conosce bene percheé il viaggio sarà pesante e i malumori potrebbero facilmente creare sbilanci.

Si trova davvero qualcuno disposto a dare passaggi?

Più gente di quanta voi possiate immaginare. Ci hanno portato dei ragazzi che stavano andando a Torino a vedere la partita, un uomo appena sposato con una bimba in macchina e anche gente anziana. È stato incredibile.

Come posso informarmi al meglio?

Sicuramente con la mappa delle autostrade e delle statali. In più consiglio di dare un’occhiata a questo sito. Hitchwiki  è la wikipedia dell’hitchhiking dove si consigliano i migliori spot per partire e con maggior traffico.

11009147_872560802806593_4380736395526309502_n.jpg

Come avrete intuito noi siamo partite da Milano (vicino alla stazione Q8), dove c’è uno snodo per l’autostrada. Un signore ci ha accompagnato al primo autogrill dell’autostrada.

ERA FATTA. ORA NON SI POTEVA PIÙ TORNARE INDIETRO.

Il nostro primo cartello è stato direzione Torino con l’idea di fermarci prima dove c’era lo svincolo per Aosta, per poi salire da Aosta fino a Ginevra. Ci abbiamo impiegato sei ore e mezza e cinque macchine. Siamo state poi accolte da un ragazzo di Couchsurfing che ci ha ospitato per due notti. Abbiamo così potuto visitare Ginevra e Annecy.

20586_872560969473243_9080649953078703767_n.jpg

DI COSA TENERE CONTO QUANDO SI VIAGGIA IN AUTOSTOP?

⋅ SICUREZZA ⋅

Mi raccomando di utilizzare le norme usuali di sicurezza e di tenere sempre un’occhio aperto in più. Arrivate dove potete e siate pronti a mettere in atto un piano B (per noi sarebbe stato andare a Torino visto il grande flusso di auto per la partita Juventus – Inter). È un’avventura, prendetela come tale per quanto riguarda l’adattamento (noi siamo finite su due camion al ritorno).

⋅ TEMPO ⋅

Io personalmente non pianificherei più di 350 km da essere percorsi in un giorno a meno che non si tratti di una tratta comune come ad esempio la Milano – Roma. Pianificate eventuali soste e informatevi per tempo (se avete amici che possono ospitarvi, o quanto costa un ostello su Booking.com).

⋅ VIAGGIARE LEGGERI ⋅

Non che siate ospiti “sgraditi”, ma sicuramente non programmati. È impensabile viaggiare con più di uno zaino / borsone della palestra. Sarà più facile trovare qualcuno disposto a portarvi.

Vi è piaciuto questo articolo? Lasciate un commento! Vi potrebbe interessare anche:

Quando andare a Machu Picchu: la mia esperienza in Perù

Le mie prime impressioni in Repubblica Dominicana

#IoViaggioDaSola: 5 viaggi per donne indipendenti

Erica Isotta Surace

Diventa mio amico su Facebook

Segui le mie avventure su Instagram

Leggi i miei pensieri in 140 caratteri su Twitter

Guarda i video dei miei viaggi su YouTube

Ma la vera domanda è: 

Quando esce il mio prossimo libro?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...