Berlino in un giorno: gli imperdibili

il

A chi non è mai capitato di organizzare itinerari dai ritmi sterrati  e tempi limitati a causa di risorse varie, come tempo e soldi a disposizione.

Vivo a Berlino da ormai quasi un anno, durante il quale molti dei miei amici sono venuti a visitarmi: chi si fermava una settimana, chi un paio di giorni e chi invece solo un giorno. Ho così sperimentato le mie doti da organizzatrice di viaggi e ho ottimizzato un itinerario che permette di vedere il più possibile secondo due fattori: la rilevanza e la distanza.

Ho infatti lasciato fuori dall’itinerario il Castello di Charlottenburg e lo zoo (si trova anche questo nella zona ovest). Ho prediletto tutto ciò che va dalla Porta di Brandeburgo al Muro di Berlino (che sono i due imperdibili per eccellenza), cercando di tracciare un percorso conveniente in termini di trasporti e tempo, senza correre da una parte all’altra, come si rischia di fare con così poco tempo a disposizione. Ho deciso di partire da Est verso Ovest, quindi la prima tappa sarà l’East Side Gallery.

Consiglio caldamente di cominciare il tour in mattinata, massimo alle dieci.

Prima di iniziare: comprare un biglietto giornaliero da 7 euro per la zona A-B (sempre che soggiorniate in una di queste due zone).

PRIMA TAPPA: EAST SIDE GALLERY (circa un’ora)

72994_667504979978844_1649767278_n.jpg

Fermata: Warschauer Straße (S-Bahn, ossia treno di superficie che attraversa la città tagliandola in due, in linea orizzontale e verticale, e U-Bahn, ovvero metro).

Dalla fermata ci vogliono circa 5-7 minuti. Una volta a ridosso della riva del fiume, sarà possibile camminare ammirando quel che resta di quel pezzo di muro che è stato convertito in galleria d’arte. Potrete ammirare alcuni dei graffiti più famosi e altri che invece cambiano a seconda delle varie restaurazioni (soprattutto a causa dei continui turisti che scrivono con i pennarelli sul muro).

1964897_667505456645463_1409782648_n.jpg

1947839_667506189978723_942767681_n.jpg

Una volta arrivati alla fine del “muro”, si arriverà alla stazione Ostbahnhof da dove si potrà prendere un treno S-Bahn con direzione Westkreutz o Spandau per scendere alla fermata Alexanderplatz (c’è solo una fermata intermedia, che è Jannowitzbrücke)

SECONDA TAPPA: ALEXANDERPLATZ (circa 30 minuti)

Alexanderplatz è lo snodo principale di tutte le linee di trasporti pubblici della città. È considerato il “centro”, nonostante a primo impatto possa rivelarsi una piazza un po’ deludente se paragonata a molte altre.

Per questo motivo è una tappa veloce: la consiglio per l’orologio (World Clock) che c’è nella sua piazza principale (dove sono riportate le ore in tutte le capitali del mondo) e la torre della televisione, famoso landmark di Berlino.

alexander_platz_clock.jpg

TERZA TAPPA: PRANZO

Dovrebbe ormai essere ora di pranzo, quindi vi consiglio di avviarvi verso la stazione di Alexanderplatz dove potrete trovare una vastissima scelta per un pranzo veloce (il tipico Currywurst di Berlino, Fish&Chips, McDonald’s, Kebab, Burrito, Sushi e via dicendo).

QUARTA TAPPA: ISOLA DEI MUSEI (MUSEUMSINSEL) & DUOMO DI BERLINO

Prendete la S-Bahn sempre con direzione Spandau o Westkreutz, e scendete alla fermata successiva, ovvero Hackescher Markt.

Questa visita dura all’incirca un paio d’ore in quanto vi consiglio caldamente la visita di almeno un museo tra quelli presenti.

13450857_1119836654745672_5791141136227837288_n.jpg

13043616_1091765354219469_7669970406327332515_n

QUINTA TAPPA: GENDARMENMARKT

Dovrebbero ormai essere circa le quattro di pomeriggio. A questo punto vi consiglio di avviarvi a piedi verso il Gendarmenmarkt. È una bellissima piazza dove si trova l’opera di Berlino e due “cupole” ai lati, una tedesca e una francese.

konzerthaus_berlin_aussenansicht_quer_sebastian_runge.jpg__1920x1050_q85_autocrop_crop-smart_cropper-fullteaser_module-_subsampling-2.jpg

13055507_1091765004219504_8421853090759493578_n.jpg

SESTA TAPPA: MEMORIALE DEGLI EBREI

Sempre procedendo a piedi per il quartiere Mitte, nella zona di Friedrichstraße, si arriva alla Porta di Brandeburgo, dove si trova anche il memoriale degli ebrei.

1186166_1063036593759012_5707111381102967707_n.jpg

13094401_1091765614219443_6510019756857078712_n

SETTIMA TAPPA: REICHSTAG, IL PARLAMENTO 

La visita che consiglio io è quella alla terrazza del Parlamento. Per prima cosa, occorre registrarsi qui. Consiglio di farla al tramonto (se è inverno, sarà già buio, ma l’atmosfera rimane comunque).

12795292_1063036373759034_2488009430069043516_n

3008_1063036310425707_5488324265016472261_n

OTTAVA TAPPA: PORTA DI BRANDEBURGO ILLUMINATA

So che è una scelta insolita quella di vistare la Porta di Brandeburgo di sera, ma vi spiego perché:

  • La piazza è praticamente vuota;
  • Non ci sono turisti;
  • Si colora di un’emozione particolare.

993561_1063036423759029_1999555999519691592_n.jpg

A quest’ora dovrebbe essere ora di cena (o forse di andare a dormire). Spero che questo articolo vi sia stato utile!

Erica Isotta Surace

Diventa mio amico su Facebook

Segui le mie avventure su Instagram

Leggi i miei pensieri in 140 caratteri su Twitter

Guarda i video dei miei viaggi su YouTube

Ma la vera domanda è: 

Quando esce il mio prossimo libro?

Un commento Aggiungi il tuo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...