Ecco perché non vi consiglio la Thailandia

Sono rientrata da un paio di giorni dalla terra del sorriso, la Thailandia. Sono partita lasciandomi alle spalle un anno duro, con le mie migliori amiche di sempre, Giorgia e Giorgia.

Dopo un viaggio lungo e faticoso, dopo aver attraversato un oceano e un continente, siamo scese dall’aereo e senza rendermene conto mi sono sentita parte di quel caos, di quel caldo afoso, di quel profumo di curry e coriandolo, di quelle vite.

Com’è, quindi, la Thailandia? Beh, non saprei rispondervi…

Credo che la Thailandia sia regalare un sorriso e riceverne almeno mille, mangiare un piatto di noodles per strada, contrattare nei mercati, respirare vita e smog sui tuk tuk, assaggiare cavallette fritte e scarafaggi grigliati sotto gli occhi stupiti e ridenti dei thailandesi increduli, inoltrarsi nella flora e attraversare mangrovie a dorso di un elefante, bere del latte di cocco mentre si guarda con occhi lucidi il sole baciare il mare delle Andamane, andare nella monkey beach e farsi letteralmente assalire da mille scimmie in cerca di coccole e qualcosa da mangiare.

La Thailandia è dialogo. Non importa le difficoltà linguistiche, sono i cuori e gli occhi a parlare. Per questo non vi consiglio di andarci, ve lo auguro.

È stata un’esperienza che mi ha tolto il fiato e riempito il cuore.

Testo di

Stefania Geuna

Vuoi scrivere per Quando Torni? Clicca qui

2 commenti Aggiungi il tuo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...