Incredibilmente vicino

Non ti sono mai stata così vicina come ora, proprio qui dove mi trovo.

Dal primo sguardo sotto la luce di un lampione, alle parole scambiate per sbaglio su scale sporche e fredde.

Dalle porte che non abbiamo saputo spingere, a quelle che aprendole trovavano sempre un modo per farci incontrare.

Dallo scambiarsi sorrisi, al darsi le spalle.

Dalle frasi mai dette, ai gesti incompiuti.

Non ti sono mai stata così vicina. Come all’alba di una mattina in cui tremavamo di freddo per nulla disposti a riscaldarci l’uno con l’altra.

Poi l’orgoglio che bussa e la voglia di dimenticare.

Un biglietto, una rotta che forse a distanza di anni risulta poco indicata, un aereo in partenza e un atterraggio.

Non ti sono mai stata così vicina, finché in questa città ti ho ritrovato in ogni dove, come una maledizione. In un motivetto cantato per gli Champs Elysées, in una ligne 8 presa ogni sera, in un lucchetto sul Pont des Arts a farsi beffa di me e a ricordarmi di te… e di lei.

Finché a volo annullato l’unico riparo, l’unica consolazione l’ho trovata qui. 

Non ti sono mai stata così vicina, perché forse “this is the closest I’ll ever get to you”.

Testo e foto di

Ana Radi

Instagram

Vuoi scrivere per Quando Torni? Clicca qui

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...