Storia di una casualità

Siamo successi, siamo capitati. Non l’abbiamo pianificato. Non è bastata una città fredda come la neve a fermarci. Abbiamo fatto sciogliere i ghiacciai. Siamo stati peggio del buco dell’ozono. Siamo stati meglio perché così bene non eravamo mai stati. Siamo successi e il fatto che saremmo potuti non succedere mi atterrisce, mi mette con le spalle al muro. Nella mia testa risuonano le tue parole. Il nostro niente. Tutto il nostro niente. Siamo capitati come una giornata di sole quando vai al mare per il weekend e non controlli le previsioni. Non ci siamo mai dati definizioni perché restringono, rinchiudono. Limitano. E noi ci siamo promessi la libertà di andare e tornare, di prendere voli per allontanarci e riprenderne altri per stringerci forte. Non so dove sarei se non fossimo mai successi. So dove sono io. So dove sei tu. So che succederemo presto perché siamo già successi. E quando succede una cosa così, non può fare altro che ricapitare di nuovo.

Erica Isotta

| Facebook |

| Instagram |

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...