Il giro vita quando si viaggia

Quando si viaggia, si sa, si è soliti fare poca attenzione all’alimentazione, mangiando in maniera squilibrata e poco attenta ai bisogni del nostro corpo, ma no. Non siamo qui a parlare di questo.

La domanda che mi sono posta oggi è: quanta vita ci gira intorno mentre siamo in viaggio? C’è un modo per quantificarla?

Il titolo di un libro che ho scritto e mai pubblicato è “La felicità si misura in chilometri” perché, quando l’ho scritto, ero convinta che il viaggio acquistasse un senso profondo nel definire una meta, uno scopo. Nel riabbracciare qualcuno. La vita nei viaggi era rincorrere i momenti e le persone per farli miei un’ultima volta.

Il titolo di un secondo libro che ho scritto e mai pubblicato è “Ti prometto un miracolo” perché il giro vita dei miei viaggi si sarebbe concluso con la promessa di un miracolo, quello di restare. Quello di prendere tutto ciò che era stato, tutto il mio passato tormentato, accettarlo ed essere capace di andare finalmente avanti.

Un libro che ho scritto e invece pubblicato è stato “Portami con te“. Al momento della pubblicazione, nel dicembre del 2014, era per me l’essenza del viaggio, il suo giro vita. Il giro vita dei miei viaggi è largo e rumoroso. Ci sono feste in spiaggia, sconosciuti indimenticabili. A volta mi sta stretto, quando ripenso agli addii che mi hanno spezzato in due, che mi hanno lasciato con un senso di irrisolto stampato in faccia, inerme di fronte alla crudeltà della vita. Trovarsi per perdersi. Il giro vita dei miei viaggi non è sempre lo stesso. Certe volte mi basta viaggiare da sola. Apprezzo la solitudine. Mi innamoro di me stessa e del mondo che mi sta attorno perdendomi nei luoghi più inaspettati. Il giro vita dei miei viaggi mi ha permesso di conoscermi meglio, di imparare ad apprezzarmi per quello che sono. Altre volte qualcuno mi ha preso per mano, mi ha detto che avremmo fatto un pezzo insieme. Quel pezzetto è diventato una grossa parte della mia vita che ancora non riesco a mettere da parte, che ancora non riesco ad accettare. Il giro vita dei viaggi ti porta verso un lungo percorso di scoperta continua, di conoscenza del mondo e di te stesso all’interno di questo. Nel mio ci vedo tante cose. Ci sono gli amici che rincontrerò in qualche altra parte del mondo e gli incontri di una volta che mi hanno cambiato per sempre, che non si ripeteranno mai. Ci sono le risate, in tante lingue diverse quante ne puoi immaginare. Ci sono le persone che rendono le giornate pesanti leggere. Ci sono le notti di cui non ricordo niente, quelle in bianco e quelle con qualcuno. Ci sono tutte le persone che non parlavano la mia stessa lingua con cui mi sono capita meglio che con certe persone a casa. Ci sono momenti che mi hanno cambiato per sempre e nemmeno ricordo lucidamente.

Ci sono io per intero nel giro vita dei miei viaggi. È la mia storia.

Erica Isotta

| Facebook |

| Instagram |

| Portami con te |

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...