Come abbiamo fatto a perderci?

il

Ci siamo incontrati di nuovo. Mi piace pensare sia successo per pura casualità. Qualcosa di non organizzato, pianificato. Un po’ come quando ci siamo conosciuti. Tutto sfuggiva alla logica. Ci siamo innamorati follemente e siamo partiti nel giro di tre settimane alla scoperta del mondo. Anche se più in là della Costa Azzurra e del Mar Baltico non siamo (ancora) andati. Ci siamo adattati uno all’altra, aggiustando il ritmo dei battiti e la velocità del respiro. Ci siamo completati quando tutti ci dicevano che bisognava essere completi da soli prima di stare con qualcun altro. Invece tu per me hai colmato un vuoto. Un vuoto che non percepivo nemmeno. Ho capito di aver bisogno di te solo quando sei arrivato. E quando me ne sono andata, mi ripetevo che ormai ero sopravvissuta a molto peggio e sarebbe stato facile. Non ho affrontato la rottura. Ti ho semplicemente chiuso fuori. Ci siamo incontrati di nuovo e tutto il resto diceva no. Milano ci ha portato vicini per l’ennesima volta, dopo che io mi ero persa tra i mulini olandesi e tu in capo al mondo. Milano è riuscita a rinchiuderci per altri due giorni in quel bilocale che ci ha visto crescere insieme la scorsa primavera. Gennaio era solo un nome per chiamare qualcosa perché con te non sentivo più freddo. Ci siamo incontrati di nuovo e ci siamo chiesti come diavolo avessimo fatto a perderci. Stavamo ancora bene. Sono bastati due giorni di paradiso per mettere in dubbio sei mesi lontani. Sono bastate due canzoni e una chitarra a rimettere insieme i pezzi che ho lasciato per strada negli ultimi sei mesi. È bastata una partenza per Parigi a distruggermi come solo le cose belle sanno fare. C’è stato allora un volo per Berlino e novanta giorni che sono già diventati centottanta. C’è stata una nuova città, dei nuovi occhi in cui perdermi e un nuovo freddo nelle vene. Ho paura che arriverà un punto in cui saremo così lontani che non torneremo più. Quindi, te lo chiedo un’ultima volta.

Come abbiamo fatto a perderci?   

Erica Isotta

Facebook |

Instagram |

Portami con te |

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...