Che ore sono nel mondo

il

Il terreno smetterà di tremare sotto i nostri piedi ogni volta che mi prenderai per mano. Berlino continuerà a sorriderci anche mentre ci diremo addio e i nostri occhi ricorderanno le cascate del National Geographic. Loro ricorderanno il tuo sguardo attento su di me e io non potrò dimenticare il tuo battito sincronizzato al mio, come in una gara di velocità, per oltrepassare il traguardo insieme, contemporaneamente, per mano. E se mi prendi la mano, ti prometto che metto tutte le paure a tacere, che le sotterro. Ci costruirò sopra tanti castelli di sabbia quanti sono i viaggi che abbiamo prenotato. Se mi prendi la mano, non importa se poi la lasci perché so bene che tutto finisce. Berlino ci guarda e sorride perché sa che, finché mi tieni per mano, anche i temporali più violenti fanno meno paura. Berlino sa che il freddo è per chi lo sente e, da quando ci sei tu, io non lo sento più.

Erica Isotta

| Facebook |

| Instagram |

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...